Follow by Email

venerdì 18 settembre 2009

BANDO TERME

IL SINDACO RENDE NOTO CHE IL COMUNE DI SANTI COSMA E DAMIANO, NELL’ AMBITO DELLE POLITICHE A FAVORE DEGLI ANZIANI E DELLE ALTRE CATEGORIE APPARTENENTI ALLE FASCE DEBOLI, ORGANIZZA DI UN CICLO DI CURE TERMALI DELLA DURATA DI DODICI GIORNI CHE SI SVOLGERÀ DA LUNEDÌ 28 SETTEMBRE A SABATO 10 OTTOBRE 2009, PRESSO LE TERME CARACCIOLO-FORTE. POSSONO PRESENTARE RICHIESTA TUTTI I CITTADINI, PENSIONATI, MUTILATI ED INVALIDI IN GRADO DI MUOVERSI AUTONOMAMENTE. COLORO CHE SONO INTERESSATI DEBBONO INOLTRE, MUNIRSI DELLA RELATIVA PRESCRIZIONE RILASCIATA DAL MEDICO CURANTE SU RICETTARIO REGIONALE UNITAMENTE A TESSERA SANITARIA. SI INFORMANO I PARTECIPANTI, INFINE, CHE IL SERVIZIO SARA’ ATTIVATO IN PRESENZA DI UN NUMERO MINIMO DI UTENTI PARI A 25 E PREVEDE IL SERVIZIO GRATUITO DI TRASPORTO A DOMICILIO. GLI INTERESSATI POSSONO PRESENTARE ISTANZA ENTRO E NON OLTRE IL 25 SETTEMBRE 2009 PRESSO L’UFFICIO SERVIZIO AL CITTADINO DEL COMUNE DI SANTI COSMA E DAMIANO, NEGLI ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO, OPPURE TELEFONARE PER RICHIEDERE ULTERIORI INFORMAZIONI AI NUMERI 0771607829 / 0771607834 / 0771607822 O INVIANDO UN’E-MAIL AL SEGUENTE INDIRIZZO DI POSTA ELETTRONICA Santi Cosma e Damiano, lì /2 SETTEMBRE 2009

giovedì 10 settembre 2009

deliberazioni del comune di Santi Cosma e Damiano

Ai sensi e per effetti del disposto di cui all’art. 7 comma 5 del Regolamento delle determine dirigenziali con la presente di seguito si comunicano le determinazioni e delibere di G. M. pubblicate all’Albo Pretorio. Altresì, ai sensi dell’art. 125 del vigente TUEL, si trasmettono le deliberazioni del consigli comunali affisse all’Albo Pretorio. 1. DRG N° 312 DEL 10/09/09 US AD OGGETTO: IMPEGNO DI SPESA PER ACQUISTO REGISTRI ISTITUTO COMPRENSIVO G ROSSI ANNO SCOLASTICO 2009/2010. 2. DRG N° 313 DEL 10/09/09 US AD OGGETTO: IMPEGNO DI SPESA PER RIPARAZIONE SCUOLABUS COMUNALI . 3. DRG N° 314 DEL 10/09/09 UT AD OGGETTO: IMPEGNO E LIQUIDAZIONE ONORARIO AL RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE . 4. DRG N° 315 DEL 10/09/09 UT AD OGGETTO: IMPEGNO DI SPESA E LIQUIDAZIONE TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLI URBANI PALAZZO MUNICIPALE . 5. DRG N° 316 DEL 10/09/09 PM AD OGGETTO: SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI PRESSO LA DISCARICA DI BORGO MONTELLO RELATIVO AL MESE DI AGOSTO 2009. DITTA INDECO SRL – IMPEGNO DI SPESA E LIQUIDAZIONE. Il Segretario Comunale Dott.ssa Massimina De Filippis

lunedì 7 settembre 2009

...a proposito di autovelox.....

Ministero dell'Interno, Dipartimento Pubblica Sicurezza, direttiva 14 agosto 2009 OGGETTO: Direttiva per garantire un'azione coordinata di prevenzione e contrasto dell'eccesso di velocità sulle strade. ...omissis... PREMESSA Il quadro normativo volto a contrastare condotte di guida non rispettose dei limiti di velocità e tali da costituire pericolo per la sicurezza stradale si è sviluppato, negli ultimi anni, introducendo nuove disposizioni che rendono possibile in modo sempre più diffuso e differenziato l'impiego di tecnologie di controllo remoto delle violazioni. L'obiettivo del legislatore è di fornire agli organi di polizia stradale elencati nell'art. 12 del C.d.S. strumenti sempre più efficaci per contrastare il fenomeno dell'incidentalità stradale, il cui contenimento rientra anche tra i programmi prioritari dell'Unione Europea. Benché l'evolversi della normativa nazionale sia in linea con gli indirizzi emersi in ambito comunitario, che hanno ribadito l'importanza dei dispositivi automatici di controllo per migliorare i livelli di sicurezza stradale, il nostro Paese è ancora lontano dal traguardo proposto nel 2001 dalla Commissione Europea di dimezzare entro il 2010 il numero delle vittime di incidenti stradali. Appare, pertanto, necessario disciplinare l'utilizzo dei predetti dispositivi che consentono un'azione sistematica preventiva e repressiva secondo moduli operativi idonei ad ottimizzare l'impiego di uomini e mezzi per la realizzazione della predetta finalità. Nell'esercizio delle attribuzioni indicate dall'art. 11 comma 3, C.d.S., si forniscono agli organi di polizia stradale criteri di indirizzo e coordinamento per dare concreta ed uniforme attuazione all'intento del legislatore. Costituiscono parte integrante della direttiva le allegate istruzioni operative (AII.1) -predisposte dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza d'intesa con il Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali, sentito il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti -, riguardanti l'utilizzo delle apparecchiature di controllo e le modalità di accertamento delle violazioni per eccesso di velocità dei veicoli. 1. Obiettivi e criteri dell'azione di contrasto degli eccessi di velocità Per migliorare la sicurezza stradale e ridurre il numero degli incidenti causati dall'eccesso di velocità, l'azione di contrasto degli organi di polizia stradale e delle Polizìe locali deve essere rivolta con prioritaria attenzione ai tratti di strada in cui si verifica un costante ed alto livello infortunistico. Attraverso la puntuale applicazione della normativa di specie e l'attenta esecuzione delle direttive ministeriali le Forze di Polizia hanno progressivamente intensificato la propria attività di tutela della sicurezza stradale, con particolare riferimento al rispetto dei limiti di velocità. Nonostante gli sforzi compiuti, si continua a registrare una elevata percentuale di infortuni dovuta a condotte di guida imprudenti che eccedono tali limiti, costituendo la principale causa di incidenti stradali, spesso con esito mortale, come emerge da univoche risultanze statistiche. Per attivare più proficue strategie di contrasto è, pertanto, necessario sviluppare una maggiore sinergia tra tutti gli organismi a ciò preposti, attraverso una costante azione di coordinamento delle risorse disponibili a livello provinciale e nel rispetto delle specificità e dell'autonomia organizzativa propria di ciascuna della componenti coinvolte. Tale attività dovrà necessariamente trovare il suo fondamento in una adeguata pianificazione che tenga conto dei seguenti criteri: individuazione dei punti critici per la circolazione in cui maggiore è la sinistrosità stradale riferita al biennio precedente; ricognizione ed eventuale revisione dell' elenco dei tratti di strada in cui, ai sensi dell'art.4 della Legge 168/2001, è consentito l'impiego di sistemi di controllo remoto delle violazioni; rilevamento selettivo che consenta di sanzionare i conducenti responsabili dell'eccesso di velocità proporzionalmente al pericolo causato dalla loro condotta di guida; contestazione immediata solo nei casi in cui sussistano tutte le garanzie per la sicurezza della circolazione e degli operatori; coordinamento territoriale tra le Forze di Polizia e le Polizie locali per evitare la contemporanea effettuazione di più rilevamenti sul medesimo tratto di strada. 2. Competenza della Conferenza provinciale permanente nelle funzioni di pianificazione e coordinamento degli interventi di contrasto - Monitoraggio sui tassi di incidentalità. Per garantire il raggiungimento degli obiettivi indicati, l'azione di coordinamento dei Prefetti deve continuare ad essere svolta con carattere di sistematicità. Al fine di rafforzare le strategie oggetto di coordinamento e di pianificazione, appare indispensabile avvalersi, quale utile sede di confronto e di valutazione, della Conferenza provinciale permanente prevista dall' art. 11 del d.l.vo n. 300/1999 e successive modificazioni, nel cui ambito sono presenti tutti i soggetti responsabili o referenti in materia di sicurezza stradale e ciò anche alla luce degli ottimi risultati ottenuti sul territorio attraverso iniziative tendenti al più ampio coinvolgimento istituzionale di tutte le Amministrazioni, degli Enti pubblici e delle componenti sociali. In detta struttura troverà idonea collocazione un osservatorio finalizzato al monitoraggio degli incidenti stradali dipendenti dall'eccesso di velocità e a misurare l'efficacia delle attività di contrasto adottate. Nell'osservatorio saranno presenti le componenti istituzionali della polizia stradale e, se opportuno, altri organismi pubblici o associazioni private comunque interessati ai predetti fenomeni di incidentalità ed al loro contenimento. Con cadenza semestrale le Conferenze provinciali permanenti approveranno un documento riepilogativo, contenente l'analisi delle rilevazioni effettuate, lo stato della sicurezza sulle strade e le iniziative adottate. Il documento sarà inviato al Dipartimento della Pubblica Sicurezza e al Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali. L'attuazione del coordinamento operativo e la raccolta dei dati relativi ai servizi svolti saranno curate dalle sezioni della Polizia Stradale della specialità della Polizia di Stato, che provvederanno all'elaborazione dei risultati conseguiti per ogni ulteriore esigenza di analisi e verifica. I Signori Prefetti interesseranno i Sindaci ed i Presidenti delle Province sul contenuto della presente direttiva perché ne diano esecuzione attraverso i Corpi o Servizi di Polizia Municipale e Provinciale. Roberto Maroni

domenica 6 settembre 2009

Al via presentazione delle domande per reddito minimo garantito

"E' operativa la legge regionale per il reddito minimo garantito approvata il 4 marzo. Da martedì 1° settembre, e fino alla fine del mese, si potranno presentare le richieste per ottenere il beneficio attraverso i moduli che si possono ritirare presso gli 800 uffici postali della regione, i 60 Comuni capofila di distretto socio-sanitario e i 20 Municipi del Comune di Roma. Inoltre, la modulistica potrà essere distribuita anche attraverso altre strutture accreditate e i servizi per l'impiego, gli ex uffici di collocamento, delle Province". E' quanto ha dichiarato l'Assessore al Lavoro, Pari opportunità e Politiche giovanili della regione Lazio, Alessandra Tibaldi, comunicando le modalità per la richiesta delle prestazioni previste dalla legge regionale 4/2009. La legge, prima in Italia e avente carattere sperimentale, prevede l'erogazione di 583 euro mensili, oltre all'eventuale fornitura di prestazioni indirette gratuite e agevolazioni tariffarie da parte dei comuni, ad esempio nei settori del trasporto pubblico, delle attività culturali, ricreative e sportive, dei pubblici servizi e dei libri di testo scolastico. Sempre gli enti locali, nell'ambito delle risorse disponibili, potranno prevedere l'erogazione di contributi per ridurre il canone di locazione. Per quest'anno, le domande potranno essere presentate unicamente da coloro che hanno i seguenti requisiti: età compresa tra i 30 e i 44 anni; residenza nella regione da almeno 24 mesi al momento della presentazione della domanda; iscrizione ai centri per l'impiego come inoccupati (ovvero alla ricerca di una prima occupazione) o disoccupati-precariamente occupati. Per queste categorie, occorre rientrare nel cosiddetto stato di disoccupazione che si mantiene anche se si è occupati (compresi i contratti di tipo subordinato) quando il reddito annuo percepito è inferiore all'importo fiscale non soggetto all'imponibile Irpef (8.000 euro); reddito personale imponibile non superiore a 8.000 euro nell'anno precedente; non aver maturato i requisiti per il trattamento pensionistico. Sono attribuiti punteggi ulteriori per i carichi familiari, per le donne, per i disabili, per i soggetti in emergenza abitativa e per i disoccupati di lungo periodo con oltre 24 mesi di iscrizione ai centri per l'impiego. "Le domande - ha detto ancora Tibaldi - potranno essere consegnate o inviate mediante raccomandata con ricevuta di ritorno presso i comuni capofila dei distretti socio-sanitari e i municipi di Roma. Una volta raccolte tutte le domande pervenute, le province stileranno le graduatorie degli aventi diritto, secondo i criteri stabiliti dalla regione. In base all'accordo sottoscritto con Poste Italiane - ha spiegato - per questo primo anno di sperimentazione della legge, gli uffici postali, oltre a distribuire la modulistica con le relative istruzioni per la compilazione, dovranno anche ritirare le domande inoltrate ai comuni capofila e ai municipi romani, effettuare la prima lettura elettronica dei moduli, inoltrare le richieste alle province ed erogare gli assegni del reddito minimo garantito". "Con l'assestamento di bilancio regionale approvato lo scorso 8 agosto - ha concluso l'Assessore al Lavoro - la legge per il reddito minimo garantito ha avuto una maggiore copertura finanziaria per il triennio 2009-2011. Con 135 milioni di euro, 15 per questo scorcio di anno e 60 per i due successivi, si avrà un considerevole aumento dei beneficiari e quindi una più significativa sperimentazione di questa innovativa legge per un welfare inclusivo basato sulla universalità dei diritti per tutte e tutti, a cominciare dalle fasce più deboli del mercato del lavoro".

giovedì 3 settembre 2009

Cerca Contenuto della pagina Reddito minimo garantito, dal 1° settembre via alla presentazione delle domande

È stato approvato il regolamento attuativo della legge regionale n° 4 del 20 marzo 2009 sul "reddito minimo garantito". La legge, che per il primo anno avrà carattere sperimentale, è la prima in Italia e prevede l'erogazione di una somma di denaro, non superiore a 7.000,00 euro l'anno, quale strumento di contrasto della diseguaglianza e di rafforzamento delle opportunità per l'inserimento sociale. Possono presentare la domanda di accesso alle prestazioni le disoccupate ed i disoccupati, tra i 30 ed i 44 anni, che risiedono nel Lazio da almeno 24 mesi, che risultano iscritti alle liste di collocamento dei centri per l'impiego, che hanno un reddito imponibile personale, percepito nell'anno precedente, non superiore a 8.000,00 euro e che non hanno maturato i requisiti per il trattamento pensionistico. Le domande si possono presentare dal 1° al 30 settembre 2009. I moduli si potranno ritirare presso gli uffici postali, presso i Comuni Capofila dei Distretti Socio-Sanitari, presso il proprio comune di residenza e/o presso i Centri per l'Impiego della Provincia di Latina. Le istanze pervenute saranno ritirate da Poste Italiane che provvederanno ad effettuare la prima lettura elettronica delle domande e successivamente la loro trasmissione agli uffici della Provincia di Latina. La Provincia provvederà a compilare la graduatoria dei beneficiari secondo i criteri stabiliti dalla Regione. Dopo l'approvazione della graduatoria gli uffici postali provvederanno ad erogare l'assegno del reddito minimo garantito.

martedì 1 settembre 2009

deliberazioni del comune di Santi Cosma e Damiano

Ai sensi e per gli effetti del disposto di cui all’art.7 comma 5 del Regolamento delle determine dirigenziali con la presente di seguito si comunicano le determinazioni e delibere di G.M. pubblicate all’Albo Pretorio: 1) Det.G.le n.294/24.08.09/UR ad oggetto: Rimborso spese economo com.le dal 01.07.09 al 31.07.09; 2) Det.G.le n.295/25.8.09/US ad oggetto: Liquidazione fatture ENEL anno 2009; 3) Det.G.le n.296/25.08.09/UR ad oggetto: Atto di accertamento di entrata relativo a tributi TARSU; 4) Det.G.le n.297/25.08.09/UR ad oggetto: Rateazione avvisi accertamento TARSU; 5) Det.G.le n.298/26.08.09/UR ad oggetto: Rendiconto spese fondo assistenza delib G.M.n.53/04.03.09; 6) Det.G.le n.299/26.08.09/UR ad oggetto Rendiconto spese postali al 30.06.09; 7) Det.G.le n.300/26.08.09/UR ad oggetto: Rendiconto spese postali al 31.07.09; 8) Det.G.le n.301/27.08.09/US ad oggetto: Impegno di spesa per acquisto materiale automobilistico fuori uso. Determinazioni; 9) Det.G.le n. 302/27.08.09/UT ad oggetto: Lavori di adeguamento a norma e messa in sicurezza dell’Istituto Comprensivo Rossi. Impegno somme per lavori di spostamento gruppo misura – contatore elettrico ENEL; 10) Det.G.le n.303/27.08.09/UT ad oggetto: Acquisto materiali per manutenzione impianto di PP.II. territorio comunale. Approvazione preventivi, impegno di spesa e liq fatt; 11) Det.G.le n.304/27.08.09/UT ad oggetto: Lavori di adeguamento a norma e messa in sicurezza Istituto Comprensivo Rossi. Approvazione contabilita’ 2° S.A.L. e liq lavori ditta esecutrice; 12) Det.G.le n.305/27.08.09/UT ad oggetto: Affidamento incarico professionale per la registrazione nell’ambito del Progetto “UNEP un miliardo di alberi”; 13) Det. G.le n.306/28.08.09/UR ad oggetto: Gita anziani 2009. Individuazione fornitore; 14) Delib G.M.n.165/19.08.09 ad oggetto: Variazione al bilancio di previsione 2009 e storno di fondi; 15) Delib.G.M.n.167/19.08.09 ad oggetto: Rateazione avvisi di accertamento TARSU. Vari contribuenti; 16) Delib.G.M.n.168/19.08.09 ad oggetto: Contributi pronta cassa/Contrasto poverta’; 17) Delib.G.M.n.174/26.08.09 ad oggetto: Estinzione – recesso anticipato operazione di swap – contratto con la BNL. Autorizzazione tesoreria anticipazione somma; 18) Delib.G.M.n.171/26.08.09 ad oggetto: Erogazione contributo carnevale campagnolo 2009. Saldo; 19) Delib.G.M.n.172/26.08.09 ad oggetto: Pro Loco, L.R. 17/07: richiesta anticipato 50% del finanziamento concesso; 20) Delib.G.M.n.173/26.08.09 ad oggetto: Campagna UNEP “un miliardo di alberi”. Approvazione progetto; 21) Delib.G.M.n.175/26.08.09 ad oggetto: Adeguamento a norma e messa in sicurezza edificio scolastico da adibire a micro nido com.le Loc.S.Lorenzo. Approvazione progetto definitivo. ILSEGRETARIO COMUNALE D.ssaMassimina De Filippis