Follow by Email

domenica 25 settembre 2011

COMUNICAZIONE

IL BLOG SARA' RIAGGIORNATO A PARTIRE DAL 1 OTTOBRE PROSSIMO.

COME CAMBIERA' L'AMMINISTRAZIONE DI SANTI COSMA E DAMIANO.

Abbiamo registrato nei giorni scorsi le dichiarazioni bellicose del sindaco e del vicesindaco di Santi Cosma e Damiano riportate anche in questo Blog (http://santicosmaedamiano.blogspot.com/search/label/GUERRA%20PER%20LA%20SCUOLA), ma al di là della oggettiva azione che l'amministrazione comunale possa mettere in atto, urgono delle premesse da cui nessuno si pouò sottrarre per una serena valutazione che possa portare ad efficaci soluzioni di tutta la problematica.
Sempre precedentemente avevamo commentato questa situazione (http://santicosmaedamiano.blogspot.com/search/label/CASTELFORTE-SANTI%20COSMA%20E%20DAMIANO%3ASCUOLA), facendo rilevare come ci trovavamo di fronte ad un colossale conflitto di interessi, in cui l'assessore alla Pubblica Istruzione del comune di Santi Cosma e Damiano,nello stesso tempo era componente del corpo docente dell'Istituto comprensivo di Castelforte, non a caso rilasciano dichiarazioni il Sindaco e il Vice
Ma al di là di quanto detto, si vuole ostentatamente ignorare quanto il decreto legge 138/2011, cosiddetta manovra di ferragosto,  all'articolo 13 comma 24, ha stabilito: i comuni fino a 10.000 abitanti, salvo diversa delimitazione demografica stabilita dalla regione entro due mesi dall'entrata in vigore del decreto legge, dovranno consorziare i servizi, e questo dovrà avvenire entro il 31 dicembre del 2012, per tutte e sei le funzioni previste dalla legge.
A tale proposito è opportuno ricordare agli amministratori bellicosi quali sono le sei funzioni e non vi è niente di meglio che riportare integralmente la norma:
"
3. Per i comuni, le funzioni, e i relativi servizi, da considerare ai fini del comma 2 sono provvisoriamente individuate nelle seguenti:

a) funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo, nella misura complessiva del 70 per cento delle spese come certificate dall'ultimo conto del bilancio disponibile alla data di entrata in vigore della presente legge;
b) funzioni di polizia locale;
c) funzioni di istruzione pubblica, ivi compresi i servizi per gli asili nido e quelli di assistenza scolastica e refezione, nonché l'edilizia scolastica;
d) funzioni nel campo della viabilità e dei trasporti;
e) funzioni riguardanti la gestione del territorio e dell'ambiente, fatta eccezione per il servizio di edilizia residenziale pubblica e locale e piani di edilizia nonché per il servizio idrico integrato;
f) funzioni del settore sociale".

Come si vede resterà all'amministrazione di Santi Cosma e Damiano solo il 30% della spesa di bilancio, relativamente all'ammontare dell'ultimo conto di gestione, e la gestione dell'urbanistica, tutti gli altri servizi dovranno essere consorziati con vicino comune di Castelforte, compresa quello della istruzione pubblica, per la quale si vuole fare una guerra: una guerra sul nulla!!!

LA PROVINCIA DI LATINA SCRIVE AL COMUNE: A RISCHIO I FINANZIAMENTI PER I MARCIAPIEDI IN VIA F.BARACCA?

Abbiamo appreso che in questi giorni, l'ufficio del Settore Viabilità della Provincia di Latina ha scritto al Sindaco del Comune di Santi Cosma e Damiano, facendo seguito alla determinazione dirigenziale risalente al giugno 2010, per conoscere lo stato di avanzamento del procedimento, gli atti di appalto e la rendicontazione di quanto speso, al fine del mantenimento del contributo medesimo.
A tal punto viene naturale da chiedersi quale rischio attuale corre il Comune di perdere il finanziamento stesso, ma ancora più pressante diventa il chiarimento del perchè tutto questo ritardo nella realizzazione di un'opera pubblica.
In questo momento di crisi di investimenti, tali finanziamenti rappresentano una vera e propria boccata di ossigeno per le medie e piccole imprese, e per questo motivo, se da una parte non vogliamo nemmeno immaginare l'eventualità di un venir meno del finanziamento per i ritardi della nostra pubblica amministrazione, dall'altra rappresenta un dovere civico del Sindaco e dell'assessore ai Lavori Pubblici spiegare alla collettività i motivi per i quali ci sia stato tanto ritardo, anche perchè finanziamenti per analoghe opere già sono stati realizzati in tempi e modi più celeri.

sabato 24 settembre 2011

FRANCO TADDEO: RIMETTO LE DELEGHE, MA PER SENSO DI RESPONSABILITA’ SOSTERRO’ LA MAGGIORANZA FINO A FINE MANDATO





                                                        




FRANCO Taddeo, ex sindaco e attuale consigliere al Comune di Santi Cosma e Damiano, ha rassegnato le deleghe al personale e ai rifiuti solidi urbani. La sua
decisione, notificata ieri mattina al sindaco Vincenzo Di Siena, ufficializza la
definitiva rottura tra quelli che ormai possono essere definiti a tutti gli effetti ex
alleati. «E' bene precisare - ha detto Taddeo - che le mie dimissioni sono maturate
in quanto non sono stato mai coinvolto nelle decisioni e per come è stato gestito e per come si comporta parte del personale». Ma l'ex sindaco non abbandona la maggioranza della quale continua a far parte. «E' chiaro –ha detto- che in consiglio comunale mi comporterò a seconda degli argomenti che verranno trattati, marimango in maggioranza sino alla fine del mandato perchè l'avvento del commissario non sarebbe un beneficio per la comunità». Dunque Taddeo, al quale non sono piaciute alcune iniziative adottate, prende le distanze ufficialmente dal sindaco Di Siena. Si tratta del preannuncio della battaglia che ci sarà in primavera, quando gli elettori di Santi Cosma e Damiano torneranno alle urne. Dopo anni di collaborazione Di Siena e Taddeo saranno su fronti opposti, in una battaglia elettorale che si preannuncia molto calda. Uno «scontro» politico emerso già alcuni mesi fa e che ora è ufficiale con la presa di distanza di Taddeo, che, disimpegnandosi dal suo ex alleato, ha la possibilità di potersi giocare liberamente le sue carte in una campagna elettorale che, praticamente, è già iniziata.
Gianni Ciufo

Da LATINA OGGI DEL 24.9.11

venerdì 23 settembre 2011

LA FESTA DEI SANTI PATRONI: INDULGENZA PLENARIA CONCESSA DALL'ARCIVESCOVO

                               

                                                                    



SANTI Cosma e Damiano festeggia i propri santi medici e per l'occasione l'arcivescovo di Gaeta, monsignor Fabio Bernardo D'Onorio, su richiesta del parroco don Fabio Gallozzi, ha concesso l'indulgenza plenaria, cioè la remissione dei peccati anche i più gravi, dal 17 al 26 settembre.

L’arcivescovo, considerata la grande devozione che i fedeli del luogo nutrono verso i loro santi patroni medici, osservata la grande affluenza di pellegrini che anche nei giorni precedenti alla festa accorrono a venerare

i santi titolari dellaparrocchia, concede nei giorni della Novena e della
festa l’indulgenza plenaria a quanti visiteranno la chiesa parrocchiale e si accosteranno ai sacramenti della  Penitenza e dell’Eucarstia e pregheranno secondo le intenzioni del Santo Padre. Lo stesso Arcivescovo presenzierà alla santa messa del 26 settembre, giorno riservato ai festeggiamenti dei santi medici


DA LATINA OGGI DEL 22.9.11

AL VIA LA SPERIMENTAZIONE CON “BUONI LAVORO”: POTENZIATI I SERVIZI RELATIVI ALL’ANAGRAFE TRIBUTARIA COMUNALE.

                                                                      



CINQUE giovani svolgeranno a Santi Cosma e Damiano lavori occasionali di tipo accessorio retribuiti con buoni lavoro. Al termine della selezione svoltasi ieri mattina all'interno del palazzo comunale e caratterizzata da una prova pratica in materia informatica ed un colloquio, è stata stilata la graduatoria finale. Questii nomi dei

g i o v a n i   aventi diritto:  Nicola P e r r i n o (26/30), Luca Parente (2 5/30)Rossella Cos t a n z o ( 2 2 / 3 0 ) , G e n n a r o R o s s i ( 2 2 / 3 0 ) , Guido Vecchio (21/30).

I giovani dovranno svolgere attività d’ufficio consistenti nella creazione/aggiornamento dell’anagrafe tributaria relativamente all’imposta comunale

Ici – aree edificabili – ivi comprese tutte le attività di ricerca presupposte e di controllo successive. Il pagamento delle prestazioni di lavoro occasionale accessorio avverrà attraverso il meccanismo dei «buoni», il cui valore nominale è pari a 10 euro. L’amministrazione comunale erogherà un buono lavoro per ogni ora di prestazione di lavoro accessorio occasionale. La graduatoria è valida sino al 31 dicembre prossimo, ma l'amministrazione si è riservata la facoltà di prorogarla di anno in anno sino al 31 dicembre del 2013..


DA LATINA OGGI DEL 23.9.11

CONTINUA LA PROTESTA PER LA DISMISSIONE DELLA SCUOLA A VENTOSA: I CITTADINI SCRIVONO AL SINDACO.

                                                                              




o    Al Sindaco del Comune
Di Santi Cosma e Damiano

Oggetto: Dismissione del complesso sportivo adiacente l’ex edificio scolastico di Ventosa (frazione del Comune di Santi Cosma e Damiano)

I sottoscritti cittadini del Comune di Santi Cosma e Damiano
Lamentano
La disinvoltura con cui l’Amministrazione Comunale da lei rappresentata ha dismesso ( tramite lo strumento dell’asta pubblica) l’ex Edificio scolastico della frazione di Ventosa e l’intera area adiacente comprensiva del complesso sportivo (campetto di calcio e da tennis e palla a volo), tuttora utilizzato dalla cittadinanza della frazione di Ventosa e dall’intera cittadinanza del Comune.
Fatto salvo che l’edificio scolastico non assolve più da tempo la sua funzione visto il calo demografico (di bambini e ragazzi in età scolare) della frazione di Ventosa e in generale dell’intero Comune, visto l’incapacità dell’Amministrazione Comunale nel destinarlo ad altri funzioni di utilità sociale molte delle quali non graverebbero nemmeno sul bilancio dell’Ente Comunale se ne costata amaramente invece la non ponderata necessità di dismissione (tramite lo strumento dell’asta pubblica).
Il complesso sportivo adiacente L’ex Edificio Scolastico anch’esso di proprietà del Comune (il cui stato di abbandono è a carico dell’Ente proprietario) essendo uno tra i pochi di proprietà del Comune (gli altri sono il campo sportivo del Cerri e pochi altri), è di interesse fondamentale per i giovani dell’intero Comune tanto è vero che risulta tuttora nonostante le sue condizioni essere utilizzato.
Fatto salvo la possibilità di annullamento dell’asta stessa in quanto proprio il complesso sportivo è stato interamente costruito e più volte ristrutturato con fondi Pubblici il più delle volte non provenienti dall’Ente Comunale quindi da altri Enti (leggasi CONI legge 70/30 , ecc.) che ne potrebbero rivendicarne in parte la proprietà.
Si suggerisce in extremis di porre rimedio a una sconsiderata leggerezza messa in atto dall’Ente Comunale (leggasi recente formulazione, gestione e aggiudicazione della gara dell’intera area comprensiva dell’ex edificio scolastico), la riacquisizione dell’area comprendente il solo impianto Sportivo da parte del Comune, area comunque a nostro giudizio sottostimata (in quanto probabilmente considerato terreno annesso all’edificio) già nella formulazione dell’asta stessa.

Santi Cosma e Damiano li 21 settembre 2011


giovedì 22 settembre 2011

PIANO CASA: PARLA CIOCCHETTI.


                                                                 


«L’APPROVAZIONE del Piano Casa della Regione Lazio, è stato senza alcun dubbio una risposta alle aspettative dei cittadini, ed una svolta nel campo dell'edilizia

e non solo». Lo ricorda il vice-presidente della Regione, Luciano Ciocchetti che

ripercorrendo gli otto giorni che hanno visto «barricati in Consilo. Visto che la modifica di legge va incontro all'esigenza di semplificazione delle procedure amministrative, con il silenzio assenso e la semplice presentazione delle DIA laddove gli enti locali non limitino il ricorso allo strumento legislativo regionale. Una

legge che, secondo il giudizio di Ciocchetti, risponde all'emergenza occupazionale e abitativa che affligge ormai da anni il nostro Paese. Pertanto le legittime aspettative

di un Piano Casa che punta alla creazione di 21 mila posti di lavoro non appaiono poi un male, per l’ ispiratore della modifica legislativa, il vice presidente Luciano

Ciocchetti che ricorda lo stato di crisi del settore dell'edilizia, in forte recessione, e tutti gli aspetti che renderanno, negli anni a venire, questo Piano, un piano apprezzato ed adeguato alle esigenze delle famiglie laziali. Quattordici punti di rilievo strategico

che a partire dall’estensione degli interventi di ampliamento del 20% anche agli edifici residenziali e comunque entro un massimo di 70 metri quadrati permetteranno

alle abitazioni uni familiari o aggregate a schiera l’ampliamento per ciascuna di esse

fino al 20% e comunque fino ad un massimo di mq 70. L’estensione dell’edilizia sociale anche alla categoria degli studenti universitari e alle categorie protette e

svantaggiate, nonché ai componenti del comparto sicurezza, dei vigili del fuoco e delle forze armate. Un ampio spettro viene offerto attraverso le opere di demolizione

e ricostruzione, che consentiranno di ottenere canoni calmierati attraverso l’obbligo alla riserva di un 30% per l’edilizia sociale. Ma anche l’aumento di volumetrie fino al 60% laddove le proprietà restino immutate, tagliando le gambe alle speculazioni

e favorendo l’edilizia eco-e bio-sostenibile con premi di cubatura fino al 35%. Una filosofia protesa alla riduzione del consumo del territorio, che per i piani di zona prevede l’utilizzo delle aree libere per realizzare alloggi destinati ad edilizia sociale. Attenzione alle zone agricole per le quali il recupero di volumetrie destinate

fino a ieri alle pertinenze, nel limite massimo dei 70mq. Ciocchetti sottolinea inoltre come l’attenzione riservata dal Piano al turismo della nostra Regione, si sostanzi essenzialmente nell’esclusione di interventi su edifici situati in zone vincolate,

tranne poter intervenire laddove lo strumento urbanistico lo consenta, favorire l’albergo diffuso ed al contempo semplificare le procedure e la formazione di piani

programmi integrati tesi al riordino delle periferie, con la possibilità di riqualificare le fasce costiere sottoposte a vincolo di legge, prevedendo la demolizione

dei prefabbricati esistenti, al fine d’incentivare la restituzione delle aree vincolate alla pubblica utilizzazione. Quattordici punti di rilievo per il rilancio del settore e non solo: Una vittoria, l’approvazione del Piano casa, che ricalca le aspettative delle

famiglie, e punta al rilancio dell'edilizia, tramite il rinnovo e la tutela del patrimonio esistente, attraverso Piani di Riqualificazione Ambientale, delle periferie

e meno consumo di suolo agricolo.

In esposizione al raduno nazionale dei marinai il pane e la stramma di SANTI COSMA E DAMIANO


                                                                   

IL pane dei Santi Medici e la stramma, in esposizione al Raduno Nazionale dei Marinai d’Italia che si terrà a Gaeta dal 17 al 25 settembre prossimo. A darne la

notizia il vice sindaco, Vincenzo Petruccelli, che da anni si sta facendo promotore del riconoscimento di alcuni prodotti che sono caratteristici della nostra zona e che potrebbero divenire oggetto di promozione anche dal punto di vista turistico. «Sono veramente entusiasta che due dei nostri prodotti entrino in questa vetrina nazionale

che vedrà un numero di visitatori stimato in oltre quarantamila, nonché la presenza dei più altri esponenti del governo nazionale e regionale. Ringrazio veramente

di cuore per la partecipazione ma anche per la passione con cui esercitano la loro professione, i panifici locali che hanno creduto a questo progetto del pane dei

Santi Medici, nato lo scorso anno in occasione della festa dei Santi Patroni con cui si è data questo marchio per legare uno dei prodotti più caratteristici e tipici del nostro

paese al territorio di provenienza suscitando tanto entusiasmo ed attrazione, e che sta ora proseguendo con questa nuova occasione di promozione, e l’Azienda produttrice della ‘s tra mm a’ l’antica forma di artigianato svolta nella frazione di Ventosa,

unica al mondo, a rischio di estinzione, che si sta cercando di valorizzare, per aver subito aderito all’invito. Un ringraziamento molto importante ed oserei dire

fondamentale al Presidente della Camera di Commercio, Vincenzo Zottola per la disponibilità e competenza dell’Ente che presiede ed ai funzionari del Centro

Studi e Turismo della stessa Camera di Commercio per aver anch’essi creduto

in questo progetto e nella necessità di valorizzare e promuovere prodotti di grande qualità, senza il cui apporto i nostri prodotti non sarebbero arrivati in questa vetrina e,

soprattutto, non avremmo avuto la possibilità di iniziare un discorso serio e promettente di grandi risultati su questo argomento».



LATINA OGGI DEL 20.9.11

mercoledì 21 settembre 2011

RIAPRONO I LABORATORI DI MARKETING A CASTELFORTE

R I A P RO N O i laboratori di marketing territoriali di Castelforte. L'ok è arrivato dalla giunta guidata dal sindaco Gianpiero Forte, che ha disposto l'affidamento in g e s t i o n e ad «Impresa insieme ». E' un accordo importante  che si inse r i s c e  n e l p i ù ampio e art icol ato  imp egno

del Comune di Castelforte teso ad offrire servizi e occasioni di formazione per i giovani ma anche opportunità alle imprese locali di curare il marketing territoriale per la promozione delle rispettive attività. Tutto a

costo zero per le imprese del territorio. «I laboratori -ha detto il vicesi n d a c o    G i a n c a r l o  Cardillo- saranno gestiti da Impresa Insieme, da tempo impegnata col nostro Comune nella realizzazione di vari progetti tra

i quali il Progetto Sostenere di cui Castelforte è capofila e che interessa anche i Comune di Santi Cosma e Damiano e Minturno

e le risp e t t i v e   scuole cittadine». «Impresa Insieme -ha aggi u n t o i l

s i n d a c o G i a n p i e r o Forte- si impegna nella p ro m oz i on e  dei laboratori e dello loro utilità sociale; all'apertura dei laboratori almeno tre

volte la settimana e per almeno quattro ore al giorno senza oneri per l'Amministrazione comunale; all'attivazione di programmi  di  coinvolgimento e formazione gratuita o comunque finanziata per i cittadini del territorio sui temi dell'educazione, dello sviluppo locale, della comunicazione, della partecipazione e dell'informatica del web, alla realizzazione di stage e tirocini per giovani del territorio locale, nazionale e internazionale; all'utilizzazione di persone del territorio comunale per la gestione dei laboratori durante gli orari di apertura; alla ricerca di finanziamenti per l'implementazione delle attrezzature dei laboratori

e le condizioni di una loro migliore fruibilità.



DA LATINA OGGI 21.9.11

COMUNITA’ MONTANA E PROGETTO DRILL







Formia - Tavolo dei sindaci - su convocazione della XVII Comunità Montana - alla presenza dell’assessore provinciale all’ambiente Gerardo Stefanelli – per approfondire e dibattere il progetto DRILL. Questo il senso della riunione svoltasi ieri alla Sala Ribaud sul ciclo virtuoso per l’energia e la salvaguardia del territorio attraverso la possibile utilizzazione del compost di qualità per la ritessitura del tessuto organico del terreno e la possibile successiva piantumazione a finalità energetica. All’incontro hanno preso parte il sindaco di Formia Michele Forte, il sindaco di Spigno Saturnia Franco Simeone, il sindaco di Itri Giuseppe De Santis, il primo cittadino di Castelforte Giampiero Forte, il dirigente del settore ambiente del Comune di Minturno, il vice sindaco di San Cosma e Damiano Vincenzo Petruccelli, il presidente della XVII Comunità Montana Nicola Riccardelli.

La Provincia di Latina pur confermando la presenza di aree di elevatissimo pregio ambientale e paesaggistico, da molti anni è stata interessata da incendi nella stagione primaverile ed estiva. Questi accadimenti hanno portato nel tempo ad una spoliazione delle gronde collinari, generando la progressiva perdita di tutte le coperture vegetali, portando allo scoperto la roccia calcarea di cui queste colline sono formate.
Il qualificato intervento, sostenuto finanziariamente dall’Ente di via Costa, è stato illustrato dall’assessore provinciale Stefanelli : “ Abbiamo ideato e messo in campo un piano operativo di risanamento ambientale a livello provinciale delle aree percorse dal fuoco che ci consente attraverso lo spargimento di compost organico un recupero vegetale dei terreni. Un procedimento che consentirà all’amministrazione provinciale di poter utilizzare per la validazione di altre iniziative ambientali ed energetiche nel campo delle biomasse. La Provincia di Latina ha il merito in Italia di sperimentare per prima un progetto e intervento corposo di risanamento, salvaguardia e recupero del territorio. Un obiettivo che qualifica e privilegia le politiche ambientali portate avanti dal mio assessorato”.
La XVII Comunità Montana – ha spiegato il presidente Nicola Riccardelli – si è resa disponibile per allargare il progetto, in questa prima fase sperimentale, a livello comprensoriale, coinvolgendo tutti i Comuni del sud-pontino chiamati ad approvare nei rispettivi consigli comunali l’atto di adozione al progetto DRILL. Stessa cosa farà il consiglio della Comunità Montana nei prossimi giorni con l’ approvazione del progetto ed un atto di indirizzo per la realizzazione della seconda fase che prevede la costituzione di un organismo deputato alla gestione di un impianto di trasformazione energetico, sfruttando le colture da terreni abbandonati sia di Enti che di privati. Un modello – aggiunge Riccardelli - che potrà garantire sul territorio risparmio energetico, rispetto ambientale, recupero di aree degradate ed in abbandono e opportunità occupazionali. In questo progetto sarà coinvolto anche il Consorzio Industriale per la localizzazione del sito di trasformazione. Soddisfazione a riguardo è stata espressa anche dal sindaco di Formia sen. Forte che si farà carico di coinvolgere nel progetto anche la parte nord della provincia di Latina”.

martedì 20 settembre 2011

TROMBA D'ARIA A SANTI COSMA E DAMIANO

ANCHE il territorio di Santi Cosma e Damiano è stato duramente colpito

dall’ondata di maltempo che ha tenuto impegnati i volontari della Protezione

Civile C.B. Gari 88. L’allarme è scattato ieri mattina alle 6.30, a causa di una tromba d'aria avvenuta alle ore 4.30, il vice presidente della protezione civile C.B. Gari 88, ha tempestivamente allertato la sala operativa regionale dei danni che si stavano verificando in alcune zone di Santi Cosma e Damiano: via Stradone, via Ausente e via Portogaleo.

Alle ore 9.30 la squadra della Gari 88 è giunta sul posto per verificare in

primis la sicurezza stradale. Da subito hanno operato, grazie all'aiuto della

Polizia Municipale e degli addetti comunali, bloccando per circa 45 minuti via Stradone a causa dell'abbattimento di una quercia che rischiava di fare

danni alle autovetture in movimento; successivamente i volontari si sono

spostati in via Ausente, strada altamente danneggiata a causa della caduta

dei pali elettrici e telefonici, per permettere la viabilità e soprattutto la

manutenzione agli operatori dell'Enel e della Telecom. Alle 11 in via Francesco

Baracca un tratto stradale franava, immediato l'intervento della Protezione

Civile e della Polizia Municipale nella chiusura della suddetta strada.

«Notevole apprezzamento - hanno dichiarato i volontari dell’associazione -

va al sindaco di Santi Cosma e Damiano che si è recato sul posto per verificare

l'accaduto.

DA LATINA OGGI DEL 20.9.11

TADDEO: FINANZIAMENTO PROVINCIALE PER IL COMUNE DI SANTI COSMA E DAMIANO


                                                                     

TRENTOTTOMILA euro per gli abitanti delle località Parchetto e Pilone di Santi Cosma e Damiano, sono stati stanziati dalla Provincia di Latina, quale ristoro alle popolazioni interessate dalla presenza della dismessa centrale nucleare del Garigliano. Il consigliere provinciale di Santi Cosma e Damiano, Franco Taddeo, ha ufficializzato le zone interessate dal ristoro che, in pratica, vedrà il versamento di cento euro a famiglia da scontare sulla Tarsu o Ici. Il provvedimento, che interessa l’area confinante con il sito nucleare, ha riguardato anche Castelforte, Comune al quale sono stati destinati diecimila euro. «Quella del ristoro –ha detto Taddeo,

ex sindaco di Santi Cosma e Damiano – era una battaglia che da anni p o r t ava m o

avanti e il riconoscime nto  della giunta provinciale ne è una conferma.

Nonostante le incomprensioni con la giunta di Santi Cosma e Damiano, continua il

mio impegno ne ll ’i nt er es se della comunità». Una pizzicata da parte dell’ex sindaco nei confronti dell’amministrazione di Governo guidata dal sindaco Vincenzo Di Siena, con il quale i rapporti si sono deteriorati a tal punto che alle prossime

elezioni è prevedibile la composizione di due schieramenti, dopo anni di alleanze.

«Tra l’altro - ha continuato Taddeo – sono ancora disponibili ventimila euro di ristoro e siccome è concessa la possibilità di realizzare opere pubbliche, con il prossimo stanziamento si potrebbe procedere alla costruzione di un campo di calcetto nelle zone interessate»



DA LATINA OGGI DEL 20.9.11

GUERRA PER LA SCUOLA: PARLANO DI SIENA E PETRUCCELLI

«METTEREMO in atto ogni iniziativa politica ed amministrativa, anche di concerto con la dirigente scolastica e i riferimenti istituzionali presso la Provincia e Regione, per salvaguardare la nostra autonomia scolastica, ricordando che il nostro Istituto

comprensivo conta ottocento studenti». Il sindaco di Santi Cosma e Damiano, Vincenzo Di Siena, chiarisce la posizione del Comune in merito ad un possibile accorpamento con Castelforte, Comune con il quale non c'è alcun scontro ma si sta

parlando di un riordino di decine di istituti e decine di paesi. Alle d i c hi a r a z io n i del primo cittadino, che ha inviato un messaggio di auguri a tutti i componenti della settore didattico, si aggiungono quelle del vicesindaco, Vincenzo Petruccelli. «Se ad accorpamento bisognasse andare - ha detto – i numeri parlano chiaro. Vi s t o c h e

stiamo soffrendo le riforme di un Governo che anziché amministrare la politica si occupa solo di numeri, che come è noto vanno a colpire sempre e soltanto la parte più debole della popolazione in ogni settore, vuol dire che anche la scuola dovrà sottostare alla legge dei numeri dovute a riforme fatte, come purtroppo sta accadendo c o n t i n u a m e n t e , sull’onda dell’improvvisazione e non di una seria programmazione». Inoltre il sindaco Di Siena ha sottolineato lo stanziamento

di 150mila euro della Regione Lazio per la pubblica illuminazione, ringraziando

l'assessore Luca Malcotti e la presidente della Pisana Renata Polverini.



DA LATINA OGGI 19.9.11

lunedì 19 settembre 2011

atti del comune di SANTI COSMA E DAMIANO, settembre 2011

                                                                            

1)      DETERMINA R.G. N° 504 DEL 10/08/2011 / P.M. AD OGGETTO: Riparazione dell'autovelox mod. 104/C2 della Sodi Scientifica in dotazione a quest'ufficio. Impegno di spesa e liquidazione.

2)      DETERMINA R.G. N° 531 DEL 31/08/2011 / U.R. AD OGGETTO: Acquisto n° 50 cartellini per parcheggio invalidi. Impegno di spesa.

3)      DETERMINA R.G. N° 532 DEL 31/08/2011 / U.R. AD OGGETTO: Acquisto n° 01 sedia operativa con braccioli mod. Imola. Impegno di spesa.

4)      DETERMINA R.G. N° 533 DEL 31/08/2011 / U.R. AD OGGETTO: Acquisti vari con fondo dell'Economo Comunale. Impegno di spesa fino al 31/12/2011. Determinazione.

5)      DETERMINA R.G. N° 534 DEL 31/08/2011 / U.R. AD OGGETTO: Prestazioni varie da erogare con fondo dell' Economo Comunale. Impegno di spesa fino al 31/12/2011. Determinazione.

6)      DETERMINA R.G. N° 535 DEL 31/08/2011 / U.R. AD OGGETTO: Spese per l'acquisto dei quotidiani “ Latina Oggi – Il Tempo e Italia Oggi”. Periodo Luglio/Agosto e Settembre 2011. Impegno di spesa.

7)      DETERMINA R.G. N° 536 DEL 06/09/2011 / U.R. AD OGGETTO: Acquisto buoni carburante per Automezzi Comunali. Determinazioni.

8)      DETERMINA R.G. N° 537 DEL 06/09/2011 / U.R. AD OGGETTO: Liquidazione spese postali periodo 04/08/2011 – 31/08/2011.

9)      DETERMINA R.G. N° 538 DEL 08/09/2011 / U.R. AD OGGETTO: Liquidazione fatture ENI spa Strutture Comunali – Ufficio Provveditorato.

10)  DETERMINA R.G. N° 539 DEL 08/09/2011 / U.R. AD OGGETTO: Liquidazione fatture ENI SPA al 05/07/2011 Strutture Comunali  - Ufficio Provveditorato.

11)  DETERMINA R.G. N° 540 DEL 13/09/2011 / P.M. AD OGGETTO: Partecipazione di n° 02 Operatori di P.M. Al Convegno Nazionale di Polizia Locale in Riccione dal 14 al 17 Settembre 2011 – Impegno di spesa e liquidazione.

12)  DETERMINA R.G. N° 541 DEL 13/09/2011 / P.M. AD OGGETTO: Atto di accertamento entrata – periodo 01-31 agosto 2011 – agente contabile.

13)  DETERMINA R.G. N° 542 DEL 13/09/2011 / P.M. AD OGGETTO: Acquisto di n°02 Berretti per il personale della Polizia Locale – Impegno di spesa e Liquidazione.

14)  DETERMINA R.G. N° 543 DEL 13/09/2011 / U.T. AD OGGETTO: Impegno di spesa e Liquidazione Onorario al Responsabile del servizio di prevenzione e protezione.

15)  DETERMINA R.G. N° 544 DEL 13/09/2011 / U.T. AD OGGETTO: Affidamento del servizio di raccolta, trasporto e smaltimento rifiuti solidi urbani con il sistema porta a porta. Impegno di spesa e liquidazione spese di pubblicità.

16)  DETERMINA R.G. N° 545 DEL 13/09/2011 / U.T. AD OGGETTO: Proroga del servizio di pulizia locali ed uffici dal Palazzo Municipale. Affidamento diretto a mezzo cottimo fiduciario. Impegno somma e liquidazione Settembre 2011.

17)  DETERMINA R.G. N° 546 DEL 13/09/2011 / U.T. AD OGGETTO: Accertamento entrate Settore Tecnico Periodo dal 01/08/2011 al 31/08/2011.

18)  DETERMINA R.G. N° 547 DEL 13/09/2011 / U.T. AD OGGETTO: Impegno di spesa e liquidazione tassa di circolazione Automezzo Comunale.

19)  DETERMINA R.G. N° 548 DEL 13/09/2011 / U.T. AD OGGETTO: impegno di spesa e liquidazione Tassa Smaltimento rifiuti solidi urbani Casa Comunale.

20)  DETERMINA R.G. N° 549 DEL 13/09/2011 / U.S. AD OGGETTO: Approvazione rendiconto Anno 2010 “ Segreteria convenzionata tra il Comune di Spigno Saturnia ed il Comune di Santi Cosma e Damiano”. Liquidazione saldo 2010.

21)  DETERMINA R.G. N° 550 DEL 13/09/2011 / U.S. AD OGGETTO: Riscossione varie Periodo 01/08/2011 – 31/08/2011. Atto di accertamento di entrata.

22)  DETERMINA R.G. N° 551 DEL 13/09/2011 / U.S. AD OGGETTO: Impegno di spesa e Liquidazione polizza Assicurativa FIAT SCUDO targato AH991DV.

23)  DETERMINA R.G. N° 552 DEL 13/09/2011 / U.S. AD OGGETTO: Impegno di spesa e Liquidazione Polizza Assicurativa Macchina di Rappresentanza Targata BL855DY.

24)  DETERMINA R.G. N° 553 DEL 13/09/2011 / U.S. AD OGGETTO: impegno somma “ Società pontina Trasporti S.r.l.” per il Servizio di Trasporto Pubblico Locale Agevolato agli anziani Anno 2011.

25)  DETERMINA R.G. N° 554 DEL 13/09/2011 / U.S. AD OGGETTO: Bando di Concorso pubblico per esami per l'assunzione a tempo determinato ed orario pieno di n. 2 “ Agenti di polizia locale” cat. C.1. Impegno di spesa e liquidazione commissione esaminatrice.

26)  DETERMINA R.G. N° 555 DEL 14/09/2011 / U.R. AD OGGETTO: Riscossioni varie limitatamente al periodo 01/08/2011 – 31/08/2011. Atto di accertamento di entrate.

27)  DETERMINA R.G. N° 556 DEL 14/09/2011 / U.R. AD OGGETTO: Atto di accertamento di entrata relativo ai fitti per la conduzione dei locali di proprietà Comunale. Anno 2011.

28)  DETERMINA R.G. N° 557 DEL 14/09/2011 / U.R. AD OGGETTO: erogazione buoni pasto spettanti ai dipendenti collocati presso il Palazzo Municipale – Mese di Luglio 2011. Determinazioni.

29)  DETERMINA R.G. N° 558 DEL 14/09/2011 / U.R. AD OGGETTO: Acquisto Cartoncini per Carte D'Identità. Impegno di spesa.

30)  DETERMINA R.G. N° 559 DEL 14/09/2011 / U.R. AD OGGETTO: Liquidazione fatture Enel Energia Spa per fornitura alle strutture Comunali Aprile/Maggio e Giugno/Luglio 2011. Impegno 2° semestre 2011.

31)  DETERMINA R.G. N° 560 DEL 14/09/2011 / U.R. AD OGGETTO: Liquidazione fatture Enel Energia Spa per fornitura agli Istituti Scolastici periodo Aprile/Maggio – Integrazione impegno di spesa al 30/06/2011 e impegno a tutto il 31/12/2011.

32)  DETERMINA R.G. N° 561 DEL 14/09/2011 / U.R. AD OGGETTO: Liquidazione fornitura di Energia Elettrica agli impianti di Pubblica Illuminazione Enel Energia spa – Periodo Aprile/Maggio e Giugno/Luglio e impegno di spesa a tutto il 31/12/2011. Ufficio Provveditorato.

33)  DETERMINA R.G. N° 562 DEL 14/09/2011 / U.R. AD OGGETTO: Riscossioni I.C.I. - Liquidazione del contributo dello 08 per mille all'Istituto per la Finanza Locale e l'Economia Locale Riferimento Anni 2008-2009 e 2010.

34)  DETERMINA R.G. N° 563 DEL 14/09/2011 / U.R. AD OGGETTO: Liquidazione fatture Enel Energia Spa per fornitura agli Istituti Scolastici periodo Giugno/Luglio 2011.

35)  DELIBERA DI G.M. N° 152 DEL 10/08/2011 / U.T. AD OGGETTO: Gara per l'affidamento del servizio di raccolta trasporto e smaltimento rifiuti solidi urbani con il sistema porta a porta. Approvazione capitolato speciale d'appalto. Bando di Gara e disciplinare di Gara.

36)  DELIBERA DI G.M. N° 154 DEL 24/08/2011 / U.R. AD OGGETTO: Storno di Fondi.

37)  DELIBERA DI G.M. N° 157 DEL 07/09/2011 / U.S. AD OGGETTO: Approvazione Graduatoria Vigilante/Accompagnatori nomina degli stessi.

38)  DELIBERA DI C.C. N° 23  DEL 04/08/2011 / U.R. AD OGGETTO: Regolamento definizione agevolata I.C.I. Aree Edificabili da P.R.G. - Modifiche ed integrazioni.

sabato 17 settembre 2011

SANTI COSMA E DAMIANO-CASTERFORTE: INIZIA LA GUERRA DELLA SCUOLA



SARA' ancora «battaglia» tra i Comuni di Castelforte e Santi Cosma e Damiano sulla

ristrutturazione e accorpamento degli istituti scolastici previsti per il prossimo anno? Della questione se ne è parlato nella recente conferenza dei sindaci e il rischio che Castelforte e Santi Cosma e Damiano siano accorpati è più che reale, visto che un

istituto comprensivo deve avere un minimo di mille studenti. Ed attualmente nessuno dei due Comuni dell'estremo sud pontino sembra avere i numeri, in quanto Santi Cosma e Damiano ne ha 760, contro i 520 di Castelforte.

E allora l'istituto comprensivo del futuro sarà a Castelforte o Santi Cosma e Damiano? Un interrogativo che, secondo qualcuno non si pone, poichè Castelforte

è già istituto comprensivo e quindi assorbirebbe Santi Cosma e Damiano.

Tra l'altro i circa sessanta studenti che frequentano il biennio dell'istituto commerciale, non risulterebbero sulla sede distaccata di Santi Cosma e Damiano, ma sull'istituto principale di Fondi.

In queste ultime ore la questione è diventata argomento di discussione, con due

Comuni che dopo la nota «guerra dei confini», proposte di unificazione, referendum

ed altro, tornano di nuovo a «confrontarsi» sulla scuola.

Del resto le disposizioni del governo nazionale non lasciano molte via d'uscita e se non ci sono i numeri, è chiaro che si va verso gli accorpamenti delle varie direzioni.

Ora, sicuramente, ci saranno le iniziative degli amministratori, intenzionati a conservare la loro autonomia, ma al di là delle belle proposte di consorziare

i vari servizi, per quanto riguarda la scuola va detto che Santi Cosma e Damiano e Castelforte dovranno avere un solo istituto comprensivo, perchè  i numeri impongono

queste scelte. Staremo a vedere cosa succederà nei prossimi mesi, quando la questione già affrontata nella conferenza dei sindaci, dovrà giungere ad una definizione.

Gianni Ciufo (LATINA OGGI DEL 16.9.11)



NDR: Ancora una volta siamo alle prese con un problema che investe le due comunità di Santi Cosma e Damiano e quella di Castelforte.

Ancora una volta c’è il rischio reale che a prevalere possa essere lo spirito di campanile, piuttosto che una serena valutazione, e che il bene delle comunità possa essere la meta e il faro, illuminante ogni decisione.

Come non  dimenticare che meno di un anno fa il sindaco pro tempore di Castelforte ha emesso un’ordinanza che impediva il trasporto scolastico organizzato dal comune di Santi Cosma e Damiano sul territorio di Castelforte?

Come non dimenticare la soluzione data dall’amministrazione di Santi Cosma e Damiano a quell’ordinanza che è costata alle casse comunali circa seimila euro?

Sorvolo sulle violazioni dei più elementari diritti che quell’ordinanza potesse significare, ma non posso sorvolare sulla mortificazione del buon senso comune che quel dettato del sindaco Giampiero Forte abbia potuto comportare!

Ma se è mancato il buon senso per un semplice problema di trasporto, che non comportava niente per il signor Sindaco del comune di Castelforte, se non che un pulmino passasse per le sue strade a raccogliere i bambini da portare a scuola, come può prevalere il buon senso per affrontare l’accorpamento degli istituti scolastici dei due comuni????

Sta di fatto che colossali conflitti di interessi stanno dietro questo problema: e il primo sta proprio in mezzo l’amministrazione del comune di Santi Cosma e Damiano, dove l’assessore delegato alla pubblica istruzione è nello stesso tempo componente del corpo docente dell’Istituto Comprensivo di Castelforte!!!!

Quale serenità di giudizio potrà avere quando sarà chiamato a discutere e decidere queste problematiche??

Che dire, poi, del dirigente dell’istituto scolastico di Santi Cosma e Damiano coniuge dell’ing. Ciorra, esponente politico  dell’opposizione del comune di Castelforte?? Che serenità di giudizio potranno avere gli esponenti dell’amministrazione di Castelforte in questa situazione?

Prima ancora di affrontare questo problema che significa il futuro della scuola  riguardante un intero comprensorio, bisognerebbe rispondere a questi quesiti: il futuro scolastico delle future generazione passa, prima di tutto, attraverso queste prime risposte!!!

(mdc)

giovedì 15 settembre 2011

DEL BALZO: “UNA CASA PER TUTTI” AL VIA IL PIANO CASA NELLA REGIONE LAZIO




«IL PIANO casa è ormai realtà per i cittadini della nostra Regione; e da domani,
infatti, sarà possibile presentare la Dichiarazione di inizio attività presso le amministrazioni comunali competenti territorialmente ». E’ quanto dichiarato
dal consigliere regionale Romolo Del Balzo ricordando come il problema ‘casa’ «si ripercuote non poco sui cittadini ed è molto sentito da tutta la Regione ». ragione per cui si «attendeva da tempo un provvedimento che consentisse di rinnovare l’edilizia abitativa e il Piano casa, varato questa estate«. Del Balzo ha definito la norma come
una grande opportunità per i cittadini «realmente favoriti da questa legge».
«La qualità del vivere - continua Del Balzo - è fondamentale. C’era una vera emergenza abitativa cui far fronte e abbiamo cercato di rendere questa legge a misura
dei cittadini, tanto che anche l’Anci e il Cal espressero parere favorevole alla norma.Con la possibilità di usufruire dei benefici del Piano casa anche nelle zone
agricole – ha precisato il consigliere regionale, ricordando come – l’aumento delle cubature del 20%, i cambi di destinazione d’uso per gli edifici residenziali dismessi, gli interventi di demolizione e ricostruzione consentiti per alcu n i f a b b r i c a t i , i
programmi di riqualificazione urbana e la semplificazione di alcuni vincoli
preesistenti, sono stati accolte le esigenze di tutte le classi sociali. Inoltre, una
serie di misure introdotte per consentire la costruzione di alloggi popolari e
l’istituzione del mutuo sociale, ideato per consentire l’acquisto di case anche alle
giovani coppie e ai nuclei familiari meno abbienti, garantirà la realizzazione
delle costruzioni senza speculazioni». Le Dia si potranno presentare fino al 1 febbraio
2015 - ha ricordato Luciano Ciocchetti – sottolineando come in Veneto, sono state prodotte 23 mila domande in due anni. Per quanto riguarda gli altri aspetti del Piano Casa, il via alla fase operativa sarà dato al 1 febbraio 2012, i Comuni hanno tempo fino al 31 gennaio, per approvare delibere per limitare l’attuazione su alcuni ambiti
da tutelare e su determinati immobili.

DA LATINA OGGI DEL 15.9.11