Follow by Email

mercoledì 18 aprile 2012

ATTENZIONE MAGGIORE AI TRASFERIMENTI DI RESIDENZE!


RESIDENZE concesse a

persone provenienti dalla

Campania nel mirino dei

consiglieri uscenti del Comune

di Santi

Cosma e Damiano,

Franco

Taddeo, Matteo

De Cesare

e Agostino Alfano,

i quali

hanno presentato

una denuncia

ai carabinieri

della

locale stazione

e inviata anche

al Prefetto di

Latina, nella

quale chiedono

di accertare

eventuali anomalìe

temporali

tra la data

della richiesta,

quella degli

accert amenti

della polizia

locale e la successiva iscrizione

all'anagrafe. I tre consiglieri

di opposizione e facenti

parte della coalizione che si

oppone a quella di Vincenzo

Di Siena, hanno chiesto ai

carabinieri se vi fosse un'anomala

concentrazione di

neoresidenti in immobili di

proprietà riconducibili a candidati,

amministratori e affini.

Taddeo, De Cesare e Alfano

chiedono l'apertura di

un'indagine, per verificare se

siano rilevabilii reati penali.

«Abbiamo adottato questa

iniziativa - hanno detto i tre

consiglieri comunali - perchè

abbiamo chiesto con istanza

scritta di poter prendere visione

dell'intera documentazione

relativa alle immigrazioni.

Ma ci è stato messo a

disposizione solo il registro

generale, su disposizione del

segretario pro tempore Caputo.

Le richieste di residenza

dei singoli soggetti, gli accertamenti

della polizia locale e

le dichiarazioni di cessione

di fabbricato, ci sono state

negate». Il tutto è nato dal

fatto che i tre esponenti comunali

sono venuti a conoscenza

di immigrazioni nel

Comune di Santi Cosma e

Damiano di una certa consistenza

in termini numerici. In

particolare persone originarie

del casertano, che, secondo

i tre consiglieri, dovrebbero

convergere i propri consensi

su un candidato della

lista concorrente. E visto che

le elezioni sono ormai prossime,

l'ex sindaco Taddeo si è

recato in comune pere visionare

le varie pratiche. A lui si

sono poi uniti gli altri due

consiglieri, che, non avendo

ottenuto quanto richiesto,

hanno deciso di presentare la

denuncia ai carabinieri locali,

che hanno già avviato gli

accertamenti.

G.C.

Nessun commento:

Posta un commento