Follow by Email

giovedì 28 febbraio 2013

SANTI COSMA E DAMIANO: ARRIVA IL BANDO PER DUE NUOVE CONCESSIONI DI AUTONOLEGGIO, ARRIVA A QUASI UN ANNO DI DISTANZA DALL'APPROVAZIONE DEL REGOLAMENTO IN CONSIGLIO COMUNALE GIUSTO UN ANNO PRIMA, ALL'INDOMANI DELLA COMPETIZIONE ELETTORALE PER LE AMMINISTRATIVE. UN SERVIZIO FANTASMA SE SI FA ECCEZIONE DI UN UNICO TITOLARE CHE è POSSIBILE VERIFICARE NEL TERRITORIO. DOVE STANNO LE ALTRE CONCESSIONI RILASCIATE IN PRECEDENZA? PERCHè RILASCIARE DUE NUOVE CONCESSIONI SE NON SI SONO FATTE VERIFICHE SU QUELLE ESISTENTI ?





IL Comune di Santi Cosma e Damiano ha indetto
un bando di concorso
pubblico per titoli ed
esami per assegnare
due autorizzazioni per
l'esercizio del servizio
di noleggio con conducente mediante autovettura. L'ok è stato
dato dalla giunta comunale presieduta dal
sindaco Vincenzo Di
Siena, che ha preso
atto che, allo stato, risultano già assegnate due autorizzazioni per lo svolgimento del servizio pubblico di noleggio da rimessa
con conducente a mezzo
autovettura. Dunque, secondo la delibera dell'esecutivo, c'è la necessità di
procedere ad altre due assegnazioni di autorizzazioni. E' stato così bandito
il concorso per titoli ed
esami scritti e orali, che si
terranno all'interno
dell'aula consiliare. Il
consiglio comunale di
santi Cosma e Damiano il 29 febbraio del
2012 aveva approvato
il regolamento di disciplina relativo al
servizio di taxi e noleggio di autovetture
con conducente. All'inizio del corrente anno la giunta aveva deliberato il numero delle licenze e delle autorizzazioni
da adibire a servizio di
taxi e di noleggio, che
ammontavano a quattro.
Essendo attive soltanto
due di queste autorizzazioni, il Comune ha così
indetto un bando di concorso. Nella stessa delibera è stata nominata anche
la commissione del concorso, che provvederà ad
esaminare i partecipanti,
chiamati ora a presentare
le domande. Ai candidati
verrà attribuito un punteggio massimo di cento, di
cui 40 (massimo) saranno
assegnati in base ai titoli e
60 (massimo) alla prova
d'esame.

DA LATINA OGGI DEL 28.2.13

RAPINATORI DI SPIGNO:CONDANNATI A UN ANNO E OTTO MESI I DUE SANCOSIMESI







SONO stati condannati ad un anno e
otto mesi Daniele Ghisa e 24 anni e
Mario Liberato 30 anni, entrambi di
Santi Cosma e Damiano, rei confessi
di avere tentato di mettere a segno
una rapina ai danni di una concessionaria di moto a Spigno Saturnia nel
settembre scorso.
Ieri i due giovani, difesi dagli avvocati Anna Marciano e Pasquale Cardillo Cupo, sono comparsi davanti al
giudice per le udienze preliminari del
tribunale di Latina Nicola Iansiti per
essere rinviati a giudizio o meno. I
loro legali difensori hanno chiesto il
rito abbreviato. La pubblica accusa ,
sostenuta dal pm Gregorio Capasso,
al termine della sua requisitoria ha
chiesto la pesante condanna per entrambi a 3 anni e 6 mesi, contestando
tra le altre cose anche la recidiva. I
legali dei due detenuti hanno prodotto
a difesa il risarcimento dei danni
morali fatto ai titolari della concessionaria.
Il giudice ha tenuto conto di questo
aspetto e mitigato così la condanna,
tanto da dimezzarla, ad un anno e otto
mesi. I difensori hanno inoltre chiesto
una mitigazione della misura cautelare in carcere in arresti domiciliari. Su
questo punto il giudice si è riservato.

Da latina oggi del 28.2.13

mercoledì 27 febbraio 2013

UNA "BETTOLA" IN SALSA PONTINA: NON SOLO MARANOLA, MA ANCHE I COMUNI IN CUI I SINDACI SONO ESPRESSIONE DELL'UDC!!!









SARA' STATA UNA LIBERAZIONE PER ALCUNI CITTADINI DEL GOLFO QUESTA TORNATA ELETTORALE: CHE IL PDL SI CONFERMASSE IN TERMINI ASSOLUTI IL PRIMO PARTITO CI POTEVA PURE STARE, MA CHE L'UDC VENISSE SURCLASSATA DAL MOVIMENTO 5 STELLE ERA UN QUALCOSA CHE NON SFIORAVA LA MENTE NEMMENO AL PIù CONVINTO SUPPORTER, ANCHE SE ERA LA GENTE A FERMARLI E A MANIFESTARE IL PROPRIO CONVINCIMENTO E LA PROPRIA FIDUCIA NEL MOVIMENTO DI PEPPE GRILLO. VEDERE L'UDC INDIETRO, E DI PARECCHIO PROPRIO NEI COMUNI IN CUI I SINDACI SONO ESPRESSIONE DI QUELLA FORZA POLITICA, SIGNIFICA CHE I TEMPI SONO PROPRIO CAMBIATI!!!!!! E QUESTO è SOLO L'INIZIO!


NELLA parte amara e goliardica insieme
che resta di queste elezioni c’è spazio per
Bettola (provincia di Piacenza) e per
Maranola (provincia di Latina).
Il candidato premier del centrosinistra apparentemente
condannato a vincere le politiche
2013 ha, invece, perso pure nella sua città
Bettola, un grazioso posticino al nord
dell’Italia di poco più di 3000 anime.
Gli amanti delle analogie hanno trovato una Bettola pontina. A Maranola, un altro gioiellino questa volta
della costa tirrenica considerato feudo di Michele Forte, del figlio Aldo
(candidato alla Camera) e dunque
dell’Udc. E Forte non ha vinto neanche a Maranola. Delle due l’una: o
questa volta i luoghi natii e il romanticismo hanno dato forfait o lo hanno
fatto gli elettori. Per la matematica
vale la seconda. A Maranola l’Udc è
stata sfacciatamene superata dal Pdl,
e fin qui nulla di nuovo essendo
questo saldamente il
primo partito in
quella città da molto
tempo, ma anche dal
Movimento Cinque
Stelle. In un paio di
sezioni simbolo
dell’impero dei Forte, la 14 e la 18, il
Pdl ha dato scacco
(275 contro 195 e
322 contro 101 alla
Camera) mentre
Grillo si è comunque attestato molto
sopra l’Unione di
Centro. Va ricordato
che Michele Forte,
fino a due giorni fa
padrone incontrastato di preferenze
in quella zona della
città, è il sindaco in
carica di Formia, ormai in scadenza e in
procinto di ricandidarsi per svolgere lo
stesso ruolo alle amministrative di maggio. Però... neppure
Maranola lo ha premiato, la culla
dell’Udc dell’intera
provincia di Latina,
il borgo che per tre
giorni all’anno diventa un Presepe vero e che promana
potere politico come pochi altri «piccoli luoghi». E forse è proprio il
virus dei piccoli centri del cuore che
ha colpito ed ha affrancato pure
questa frazione collinare di seimila
anime (tutto compreso) al fascino di
un comico che ha bucato il video,
internet, la tv , i giornali e tante
schede elettorali.
Capita. E’ successo pure a Bersani
nella «sua» Bettola non poteva succedere a Maranola?
DA LATINA OGGI DEL 27.2.13


DIFENDIAMO LE FAMIGLIE E I DEBOLI: MAI SLOGAN FU PIU' FELICE, NON GLI RESTA CHE DIFENDERE SE STESSI!!!!!

PREMIO DI LETTERATURA AL PROFESSOR ALESSANDRO PETRUCCELLI





IL professore Alessadnro Petruccelli colleziona
riconoscimenti e va in libreria con un nuovo libro
inserito in una collana dedicata ai ragazzi. La casa
editrice «Graphe.it edizioni » di Perugia in collaborazione con la libreria di Margherita di Formia ha
infatti dato inizio a una collana di libri illustrati per
i ragazzi, denominata appunto «I libri di Margherita». La òprima favola
, uscita a dicembre
scorso, è «La mucca
sposella» di Alessandro Petruccelli. Sempre dello stesso autore, in primavera sarà
pubblicata la favola
«L’uomo solo e la
formica», in autunno
ci sarà la ristampa de
«L’asino giacchino».
«La mucca sposella»
racconta di una mucca che, nell’ambiente
in cui si trova , sta per diventare pazza. Fortunatamente , però, due bambini delle elementari fanno in
tempo a salvarla. Petruccelli , come accennato, ha
inoltre ricevuto un riconoscimento nell’ambito del
premio letteraio internazionale «Le parole dell’ani -
ma» città di Casoria giunto alla sua quarta edizione.
La giuria presieduta dalla dottoressa Rosanna Rivas, dopo avere esaminato la sua opera letteraria
«Un giovane di campagna» gli ha riconosciuto il
premio alla carriera per meriti culturali.
DA LATINA OGGI DEL 27.2.13

ACQUALATINA SPERA CHE NON PIOVA, ALTRIMENTI SIAMO DI NUOVO A ......SECCO!!!!!







LA speranza è che non torni
a piovere di nuovo. Il fenomeno della torbidità dell'acqua proveniente dalle sorgenti di Capodacqua di Spigno Saturnia e Mazzoccolo
di Formia, è in netta diminuzione e si è avviato verso la
stabilizzazione. Acqualatina, la società che gestisce il
servizio di distribuzione idrica, nella giornata di ieri ha
provveduto ad informare i
Comuni e le cittadinanze dei sei
Comuni del sud
pontino (Gaeta,
Formia, Minturno, Spigno Saturnia, Santi Cosma
e Damiano, Castelforte), che
l'acqua che sgorga dai rubinetti si
sta stabilizzando
e quindi sarà di
nuovo potabile. Il
23 febbraio scorso la società che
gestisce il rifornimento idrico, annunciò ai Comuni
interessati che la
centrale di captazione Capodacqua di Spigno era interessata
dal fenomeno della torbidità,
per via delle intense precipitazioni dei giorni scorsi. Poco dopo l'annuncio riguardava anche la sorgente Mazzoccolo di Formia, che
rifornisce i Comuni di Formia e Gaeta. Lunedì sera
Acqualatina ha informato le
Amministrazioni comunali
interessate dal fenomeno,
annunciando che era in diminuzione. Un messaggio per
tranquillizzare gli utenti, in
attesa del definito ritorno alla normalità. Sempre che
Giove pluvio non decida di
andare a creare altri disagi
agli utenti, sempre in attesa
che la società idrica si decida
a venir loro incontro per i
problemi verificatisi già l'estate scorsa, con la crisi idrica che provocò tantissime
proteste.
Da latina oggi del 27.2.13

martedì 26 febbraio 2013

DE PROFUNDIS PER L'UDC IN PROVINCIA DI LATINA





NUMERI alla mano, in provincia di Latina
è lui il grande escluso di questa tornata di
elezioni politiche. Non è bastata l’ottima
posizione in lista - secondo, dietro soltanto
a Lorenzo Cesa - per fare di Aldo Forte, ex
assessore regionale, uno dei deputati della
prossima legislatura. Il suo partito, l’Udc,
non ha raggiunto nemmeno quota due per
cento, soglia necessaria per far scattare il
seggio alle liste che compongono una coalizione che a sua volta deve superare il 10%
delle preferenze. E l’Unione di centro, alla
mezzanotte di ieri, era piantata su quota
1,78%. Un disastro dalle proporzioni pantagrueliche. Bissato anche in provincia di
Latina dove l’Udc, sempre intorno alla
mezzanotte, non andava oltre al 2,27%.
Disfatta, questa, che costerà caro al partito
in termini di rappresentanza futura. In ambito nazionale, certo, ma soprattutto a livello locale. Ne capoluogo, tanto per citare un
caso, l’Udc è stata completamente spazzata.
La percentuale su cui si è attesta quando
all’appello mancavano ancora una cinquantina di seggi era ferma sull’1,33%. A voler
essere proprio cinici, bisognerebbe ricordare che nel 2008 il partito di Pierferdinando
Casini in provincia prendeva il 6,09%.
Cinque punti percentuali in meno che impongono, anche da queste parti, un’analisi
approfondita ai vertici provinciali del partito.
DA LATINA OGGI 26-2-13

SANTI COSMA E DAMIANO: PROROGATO IL SERVIZIO DI TRASPORTO AL 31 MARZO.





PROROGATO sino al 31 marzo prossimo il servizio di
trasporto pubblico locale di Santi Cosma e Damiano,la
cui giunta ha dato l'ok al proseguimento del servizio
alla Società Pontina Trasporti. Una decisione adottata
dall'Esecutivo guidato dal sindaco Vincenzo Di Siena,
che si è resa necessaria, in considerazione del fatto che
è obbligatorio garantire la continuità del servizio. Nella delibera è specificato che l'unico
compenso spettante alla ditta
che gestisce il servizio consisterà nei contributi riconosciuti
dalla Regione Lazio, con l'ente
comunale che si occuperà del
versamento dell'imposta IVA,
già prevista nel bilancio di previsione del corrente anno. Lo
stesso documento precisa che
la ditta agirà direttamente nei
confronti della Regione Lazio
per ottenere la corresponsione
di interessi per ritardato pagamento del corrispettivo,
qualora ciò sia dipeso da ritardi nel trasferimento al
Comune di fondi regionali. Dunque il Comune sarà
esonerato da responsabilità in caso di ritardati pagamenti da parte degli uffici competenti della Pisana. Nel
caso di eventuali decurtazioni da parte della Regione
Lazio,il Comune si è riservato la rideterminazione sia
del servizio che del compenso chilometrico.

DA LATINA OGGI DEL 26.2.13

AL VIA IL CONCORSO "OLI DELLE COLLINE DI SANTI COSMA E DAMIANO"






AL via il primo concorso degli «Oli delle
colline di Santi Cosma e Damiano».
L’iniziativa è tesa a valorizzare uno dei
prodotti tipici della zona di cui la piccola
comunità aurunca è produttrice, ed
occupa un ruolo di rispetto per la
qualità.
I partecipanti potranno ritirare il modulo di partecipazione e visionare il
regolamento presso i locali del Laboratorio Retemark (che si trova nel Palazzo
Comunale). Il campione di olio (0,50
litri) dovrà essere consegnato ad un
incaricato entro le ore 12 del 01.03.2013
nelle seguenti sedi: Laboratorio Retemark, (Palazzo Comunale):
Lunedì/Mercoledì/Venerdì dalle ore
10.00 alle ore 12.00 Martedì e Giovedì
dalle ore 15.00 alle 17.00; Sede della Pro
Loco: Sabato dalle ore 10.00 alle
12.00
DA Òatina oggi del 25.2.13

CASTELFORTE: FUSCO RISPONDE ALLA MINORANZA, LA COALIZIONE è SOLIDA!






TUTTO va bene, la maggioranza
che sostiene il sindaco Patrizia
Gaetano è compatta
e la minoranza ha assunto un atteggiamento di responsabilità. Per il capogruppo dell'Udc di
Castelforte, Alessio
Fusco, non c'è alcun
pericolo per la stabilità della coalizione
di governo, pur se
riconosce che dopo
le elezioni sarà necessario un chiarimento politico amministrativo e programmatico. Per
Fusco l'unità e la compattezza della
maggioranza «è dimostrata dai fatti
accaduti nell'ultimo consiglio comunale e sono i fatti e le dichiarazioni rese pubblicamente che fanno
testo. Il gruppo autonomo costituito da Gianpiero Forte e Alessandro
Testa - ha detto Fusco - resta componente della maggioranza. Quella
di Forte, e lo ha chiarito in consiglio comunale, non è una posizione
contraria alla maggioranza o al
sindaco Patrizia Gaetano, ma è maturata fuori dal contesto comunale
e per ragioni non locali. Pur rammaricandomi della sua decisione
prendo atto che ha confermato il
suo sostegno al sindaco quale componente della maggioranza». Alessio Fusco, nel ricordare che i punti
all'ordine del giorno sono stati approvati con il voto determinante
della maggioranza, ha riconosciuto
il positivo atteggiamento di responsabilità della minoranza, «che, come ha avuto modo di ribadire il
capogruppo Paolo Ciorra - ha concluso Fusco- si concentrerà con
spirito costruttivo per assicurare le
migliori soluzioni possibili per il
bene del paese». Ma la minoranza
composta da Paolo Ciorra e Giancarlo Cardillo ha anche affermato,
e lo ha ribadito di nuovo ieri, che la
maggioranza non c'è più. Attendiamo comunque gli sviluppi del dopo
elezioni, molto attese anche perchè
i componenti della coalizione governativa appoggiano più di un
candidato.
Da latina oggi del 24.2.13

venerdì 22 febbraio 2013

CASTELFORTE: CIORRA E CARDILLO VEDONO LA CRISI DIETRO L'ANGOLO









CONSIGLIO comunale frizzante l'altra sera a Castelforte,
dove il sindaco Patrizia Gaetano
ha annunciato all'assemblea la
nascita di un gruppo autonomo
ed indipendente formato dal
presidente del consiglio Gianpiero Forte, ex Udc, e da Testa.
Una comunicazione già annunciata nei giorni scorsi e che
ha di fatto modificato gli equilibri di una maggioranza UdcPdl, che secondo i due consiglieri di opposizione Paolo
Ciorra e Giancarlo Cardillo non
c'è più. «Con la formalizzazione in consiglio della costituzione di un gruppo ?autonomo ed
indipendente, formato dal presidente del consiglio Forte (ex
UDC e dichiaratosi futuro sindaco PDL) e dal consigliere
Testa (ex Pdl ma impegnato
elettoralmente per la Pdl) la
maggioranza Udc-Pdl che si è
proposta agli elettori di fatto
non esiste più.
Il sindaco gode della totale
«sfiduci» chiaramente manifestatale (anche se mascherata da
dichiarazioni che definire ?arrampicamenti sugli specchi è un
eufemismo) dal consigliere che
più di tutti ha determinata la
sua, pur risicata, elezione. Se
nei protagonisti di questa telenovela esistesse un minimo di
orgoglio personale e di coerenza le loro dimissioni sarebbero
da tempo cosa fatta. Noi le
abbiamo chieste evidenziando
come questo stato di cose determina gravi conseguenze sulla
operatività dell’amministrazio -
ne e l’abbandono del consiglio
da parte del presidente Forte ne
è l’ennesima prova. Solo il nostro senso di responsabilità -
hanno proseguito Ciorra e Cardillo- ancorché consiglieri di
opposizione, ha consentito
l’esame della richiesta di parere
per l’ampliamento dell’impian -
to della C.S.A. (Centro Servizi
Ambientali) che abbiamo consentito che venisse fatto, giungendo ad un parere favorevole
che non risentisse delle ‘b eg h e ’
interne alla ex maggioranza.
Abbiamo espresso parere favorevole trattandosi di una struttura operante nel nostro territorio
che vuole potenziare la sua
produttività e quindi la sua potenziale occupazione.
Non abbiamo, in ogni caso,
mancato di evidenziare la necessità da parte del Comune e
degli enti preposti di assicurare
la vigilanza ed i controlli affinché la gestione avvenga nel
rispetto di tutte le norme vigenti
per garantire igiene, sicurezza e
compatibilità ambientale». Gli
stessi consiglieri di minoranza
hanno poi sottolineato che appoggiano l'iniziativa dell'Amministrazione di volersi costituire ‘parte lesa’ nell'inchiesta
avviata dall'autorità giudiziaria
sulla centrale nucleare del Garigliano, ma hanno ancora una
volta rimarcato come l’obietti -
vo più significativo da perseguire sia quello del riconoscimento
dell’intero nostro territorio come sede di impianto nucleare al
momento ancora non ottenuto
per la colpevole inerzia della
Regione Lazio, nonché della
Provincia di Latina che solo
ora, con posizioni chiaramente
di propaganda elettorale del suo
assessore all’ambiente, sembra
aver scoperto il problema, tra
altro con l’adozione di atti discriminatori per il nostro comune».

LA REGIONE LAZIO APPORTERA' AGGIORNAMENTI ALLA PROPRIA RETE DI SORVEGLIANZA DELLA RADIOATTIVITà: AD ANNUNCIARLO L'ASSESSORE PROVINCIALE ALL'AMBIENTE, GERARDO STEFANELLI ( E FINO AD ORA DOVE è STATO L'ASSESSORE ALL'AMBIENTE PROVINCIALE? OVVERO SI è SVEGLIATO SOLO ORA DA CANDIDATO ALLA REGIONE LAZIO?)







LA Regione Lazio apporterà degli aggiornamenti alla propria rete di sorveglianza della radioattività ambientale della centrale del Garigliano. Lo
ha annunciato ieri l'assessore provinciale all'ambiente della provincia di Latina, Gerardo
Stefanelli, il quale ha
chiesto all'assessorato
regionale all'ambiente
della Campania la trasmissione delle informazioni in merito al monitoraggio dell'area circostante il sito aurunco, per
valutare l'eventuale costituzione di una rete locale di sorveglianza della
radioattività. «Finalmente - ha continuato l'assessore provinciale, che è
candidato alla Pisana con
la lista civica per Bongiorno presidente - si
parla della tutela della salute dei cittadini e non
solo della sicurezza degli impianti ma
soprattutto la Regione Lazio ha preso
coscienza che la Centrale del Garigliano non può essere di sola pertinenza
della Regione Campania, vista la vicinanza ai Comuni di Castelforte, Santi
Cosma e Damiano e Minturno. Recentemente ho richiesto alla Provincia di
Latina di destinare un capitolo apposito in bilancio per effettuare un monitoraggio ambientale permanente e indipendente nell’area circostante l’ex
centrale. Abbiamo già affidato ad Arpa
Lazio la predisposizione di un piano
operativo per effettuare analisi sulle
acque del Garigliano e sui fondali dello
stesso al fine di valutare la presenza di
elementi e materiali riconducibili alla
attività passata e presente della Centrale». Lo stesso delegato della giunta
Cusani ha reso noto che nei giorni
scorsi si sono incontrati l'assessore
regionale all'Ambiente della Campania, Giovanni Romano e il procuratore
di Santa Maria Capua Vetere Raffaella
Capasso, che hanno affrontato la questione relativa all'inchiesta in corso
sulla centrale del Garigliano. Il magistrato avrebbe chiarito che le indagini
non sarebbero state avviate per un fatto
specifico, ma da un’esigenza di conoscenza delle attività della procedura di
disattivazione della Centrale e delle
condizioni territoriali e ambientali delle zone limitrofe alla stessa.